Arcangelo Bove si difende alle accuse.

Svapoweb torna online dopo le vicende giudiziarie

L’e-commerce Svapoweb è tornato online ed ha ripreso ad operare regolarmente dopo una vicenda giudiziaria che ha riguardato l’azienda che lo gestisce.

L’episodio in questione si è concluso nel migliore dei modi, ovvero senza nessuna sanzione a carico dell’azienda e del tuo titolare, Arcangelo Bove, tuttavia quest’attività ha dovuto inevitabilmente attraversare un periodo difficile, dato che nell’attesa della sentenza il sito web ufficiale era stato oscurato.

 

Cosa era accaduto a Svapo web?

 

Svapoweb.it, importante azienda campana con sede ad Airola specializzata nella vendita di prodotti per fumatori di sigarette elettroniche, negli scorsi mesi è stata sottoposta a un controllo.

Nell’occasione è stato notato come della merce presente in magazzino fosse ancora priva della relativa fatturazione, ma il titolare, Bove, ha subito spiegato che il problema era legato al fatto che gli articoli fossero arrivati in magazzino in anticipo rispetto alla data prevista, ragion per cui erano ancora privi della fattura relativa.

Vi sono peraltro dei tempi massimi entro i quali un’azienda è tenuta ad eseguire la fatturazione, e tali tempi non erano stati superati, di conseguenza quanto accaduto è stato fondamentalmente un equivoco di natura amministrativa.

 

Il processo giudiziario a carico di Bove

 

L’imprenditore Arcangelo Bove, per quanto sia stato sempre molto sereno, ha dovuto difendersi in tribunale, e l’episodio in questione ha sicuramente causato dei disagi a quest’azienda, la quale è peraltro una realtà importante che ha saputo creare diversi posti di lavoro.

L’e-commerce svapoweb, infatti, è stato momentaneamente oscurato, creando ovviamente non poco stupore tra i tanti clienti che erano soliti acquistare presso il sito in questione.

Un altro risvolto negativo di questa vicenda, anch’esso prettamente momentaneo, è stato la sospensione di Arcangelo Bove da parte di ANAFE, Associazione Nazionale Produttori di Fumo.

 

La totale assoluzione per il giovane imprenditore

 

Il Tribunale del Riesame di Benevento si è espresso in modo inequivocabile circa l’episodio accaduto: la sentenza, infatti, ha dichiarato che nell’occasione non si è consumato nessun reato, di conseguenza l’e-commerce SvapoWeb.it è stato subito riabilitato, il titolare dell’attività è stato completamente assolto e non è stata comminata alcuna sanzione all’azienda, neppure a livello amministrativo.

L’equivoco che era accaduto in occasione del controllo, dunque, è stato chiarito in tempi piuttosto celeri, anche se l’azienda ha dovuto sormontare non pochi ostacoli negli scorsi mesi, sia perché ha dovuto interrompere la propria attività commerciale, sia per ragioni di immagine, dato che alcuni media hanno parlato pur senza alcun fondamento di reati di ricettazione e di evasione fiscale.

 

Torna regolarmente online

 

La vicenda svapo web in questione è conclusa, dunque, e ciò che più interessa ai consumatori è che il sito Internet ha ripreso ad essere attivo.

Le sigarette elettroniche sono diventate un’alternativa molto interessante al fumo tradizionale, di conseguenza non stupisce il fatto che questo e-commerce dedicato a tali prodotti possa vantare un business così florido in un periodo di crisi.

Basta visitare le pagine dell’e-commerce in questione, inoltre, per rendersi subito conto di come siano numerose le alternative proposte al cliente.