Casino online, si può giocare su quelli non regolamentati AAMS?

Casinò online, si può giocare su quelli non regolamentati AAMS? La risposta è sicuramente sì. Ma vediamo quali problematiche e rischi la cosa comporta.

Premessa

Oggi, le case da gioco AAMS e quelle non AAMS sono piuttosto simili per moltissimi aspetti. La cosa massimamente importante non è tanto la certificazione AAMS ma è piuttosto necessario verificare che le case da gioco on line abbiano una licenza in Italia o quanto meno siano in linea con le direttive ma come fare? Anche se l’utente riesca ad accertarsi di questo, quali garanzie può avere per tutelarsi? Ormai, le comunque strutture on line non regolamentate sono poche, almeno quelle che propongono un’offerta seria, poichè i casinò professionali hanno scoperto ormai da diverso tempo che è fondamentale adeguarsi alla normativa ed è molto più conveniente poichè gli utenti si avvicinano con più fiducia e giocano in modo molto sereno e divengono clienti assidui. Al momento attuale la situazione è la seguente: per gli utenti, malgrado vi sia la possibilità di giocare on-line all’estero su realtà non regolamentate AAMS, sarebbe assolutamente da sciocchi cercare una casa da gioco senza licenza italiana, non normata, senza alcuna garanzia; rischierebbe beghe legali, rimanerne invischiato e soprattutto la famigerata, classica “sola”, come si dice spesso a Roma, ovvero il fatto che il giocatore potrebbe in caso di vincita non vedersi affato pagato il montepremi o la spettanza per le sue giocate, rischierebbe multe e problemi di truffe. Queste cose accadono ancora, sfortunatamente, all’ordine del giorno.

Storia

Ma facciamo un poco di storia delle case da gioco on line. Qualche tempo addietro il gaming on line non era affatto regolamentato. Per giocare purtroppo era necessario rivolgersi a realtà estere, siti strani, piuttosto inaffidabili e sostanzialmente molto pericolosi, dove gli utenti rischiavano molto anche in termini di sicurezza e di portafogli oltre a multe pecuniarie. L’iniziativa governativa ha regolamentato perfettamente diversi casinò on-line, in Italia, tramite l’organismo dell’AAMS. Tuttavia, sembra che la licenza AAMS fosse l’unica certificazione valida, chi ne era sprovvisto veniva automaticamente bloccato per cui dall’Italia diveniva impossibile raggiungere detti siti che pure erano in qualche modo affidabili e molto rispettabili poichè presentavano case da gioco molto professionali. Insomma, sembra che la normativa, sotto l’egida della licenza AAMS, avesse fatto di tutta un’erba un fascio, secondo la logica “dentro o fuori dalla licenza” AAMS. Tuttavia, l’autorità ha reso necessario l’intervento per garantire l’incolumità e difendere la serenità degli italiani che si rivolgevano al gioco on-line. L’ulteriore problematica che ne è scaturita è che il livello dei casinò licenziati da AAMS si era molto abbassato in virtù della poca concorrenza con il risultato che il giocatore aveva iniziato a bypassare il blocco imposto dall’AAMS per arrivare a giocare nelle case da gioco non AAMS.

La situazione attuale sui casinò regolamentati

Ad oggi, la situazione è molto migliorata, sia perchè la qualità delle case da gioco AAMS è nettamente migliorata, sia perchè diversi casinò on line non AAMS ma con licenza internazionale, per operare in tutta legalità anche presso di noi, possono essere raggiunti e si sono adeguati. Fra essi ne menzioniamo alcuni: williamhill, 888casino., starcasino, 32red, netbet, bet365, casino.com, pokerstarscasino, betfair, TitanBet. Puoi trovare la lista dei siti specializzati su Migliorcasinoonlinelegale.com

Insomma, grazie alla qualità dell’offerta delle case da gioco regolamentate non ha più senso aggirare il blocco, i rischi sono molto alti per l’utente. Non ha nemmeno più senso per la casa da gioco non certificarsi AAMS poichè ne ha solo da perdere almeno dal pubblico italiano, a meno che non abbia intenti fraudolenti. Insomma, giocare su casinò AAMS è possibile ma l’utente deve sicuramente mettere in conto il fatto che ciò rappresenta un rischio molto più alto oggi più che ieri. Insomma, il gioco della dea bendata è ormai sotto l’egida dell’AAMS.