Cessione del V

Cessione del Quinto a Roma. Si moltiplicano le richieste

Cessione del quinto. Partiamo subito dal chiarire cos’ è e come si ottiene. E, ovviamente, a chi è naturalmente rivolta. La cessione del quinto è un finanziamento rivolto a dipendenti pubblici, statali privati e ai pensionati. Prende questo nome, dal fatto che la restituzione dell’importo avviene mediante la trattenuta di un quinto del vostro stipendio o pensione a seconda dei casi.

Cessione V Roma

Come funziona

La cessione del quinto si differenzia dagli altri normali finanziamenti, perché l’importo da restituire verrà detratto mensilmente dalla vostra busta paga o pensione. Per i dipendenti pubblici, sarà il vostro stesso datore di lavoro a trattenere mensilmente l’importo che non potrà essere superiore ad un quinto del vostro stipendio. Nel caso dei pensionati, è l’INPS o l’istituto previdenziale che gestisce la vostra pensione ad occuparsene. Per le informazioni dettagliate vi invitiamo a visitare il sito web cessione del quinto a Roma.

Perché la Cessione del Quinto è particolarmente richiesta a Roma…

Come ben raccontato anche dal Corriere l’ economia romana è in un momento di particolare sofferenza. Un trend negativo forse ancora più forte dei primi anni di crisi economica. Aumenta la richiesta di prestiti molto veloci e di finanziamenti di tutti i tipi. Aziende enormi, come Sky, stanno chiudendo le loro sedi per trasferirsi a Milano. E il tessuto produttivo, economico e sociale della Città Eterna si sta trasformando. Anzi. Sta regredendo. Ai tempi nei quali l’ unica economia portante per la Capitale era il pubblico impiego. L’ incidenza, ovvia, di pubblici dipendenti a Roma non ha eguali in Italia. Per questo, la particolare tipologia di prestito con la cessione di un quinto dello stipendio è particolarmente scelta dal pubblico di Roma e della sua Provincia. Padri, madri, impiegati pubblici costretti il più delle volte a ricorrere al finanziamento personale per aiutare i loro figli in difficoltà, in una città sempre meno adatta ai giovani.

Chi ne può fare richiesta

Questo tipo di finanziamento, può essere richiesto dalle seguenti categorie di lavoratori: dipendenti pubblici, statali e privati oltre che dai pensionati. L’importo che potremo richiedere, varia a seconda del TFR che abbiamo accumulato negli anni precedenti per i dipendenti o dal valore della vostra pensione. Più alto è il dato relativo all’importo del TFR o della pensione, è più alte sono le chance che il finanziamento sia erogato.

Elementi presenti nel contratto

Quando stipuliamo questo tipo di finanziamento firmiamo un contratto che per legge deve contenere questi elementi: il tasso di interesse praticato, ogni altro prezzo e condizione praticati inclusi i maggiori oneri in caso di mora, l’ammontare e le modalità del finanziamento, il numero, l’importo e la scadenza di ogni singola rata, il tasso annuo effettivo globale (TAEG), l’importo e la causale degli oneri che sono esclusi dal calcolo del TAEG, le eventuali garanzie richieste, le coperture assicurative.

Garanzie Cessione del Quinto

L’istituto finanziario che eroga il finanziamento ai dipendenti, richiederà come forma di garanzia il vostro TFR. Questo è dettato dal fatto, di prevedere eventuali perdite del lavoro, gravi infortuni o rischi di salute del richiedente. Oltre a questo, è indispensabile sottoscrivere un’assicurazione rischio/vita che copra l’eventuale eccedenza del TFR accumulato.